• Gara di ranocchi


  • Ti Trovi in Home Page - Tips - Speciale Coronavirus - Gara di ranocchi

    Gara di ranocchi
    Una metafora attuale da leggere fino alla fine!



    ranocchio sordo gara C'era una volta una gara di ranocchi. L'obiettivo era arrivare in cima ad un albero altissimo.
    Si radunarono molte rane per vedere e fare il tifo per loro. Cominciò la gara.
    In realtà, nessuno credeva possibile che i ranocchi raggiungessero la punta, e tutto quello che si ascoltava erano frasi tipo: "Che pena!!! Non ce la faranno mai!".
    I ranocchi cominciarono a desistere, tranne uno che continuava a cercare di raggiungere la punta.
    Tutti continuavano: "...Che pena!!! Non ce la faranno mai!".
    E i ranocchi continuavano a darsi per vinti, tranne il solito ranocchio testardo che continuava ad insistere. Alla fine, tutti desistettero tranne quel ranocchio che, solo e con grande sforzo, raggiunse alla fine la punta dell'albero.
    Gli altri volevano sapere come avesse fatto. Uno degli altri ranocchi si avvicinò per chiedergli come avesse fatto a concludere la prova. E scoprirono che... era sordo!

    Una riflessione da condividere insieme:
    In settimane come queste, guardando i vari TG, leggendo i giornali e navigando sui social i messaggi negativi sono drammaticamente aumentati. Un tam tam perpetuo di parole "avvelenate" che dannano l'animo umano. Saziano la fame dei tanti che di esse si cibano e che gonfiano le tasche di chi ne fa una strategia di comunicazione specifica. Macigni che impediscono a chiunque di rialzarsi velocemente, di confidare nel proprio talento e attitudine. Un virus ancora più infimo del Covid perché nessun vaccino al mondo potrà mai curare, se non con le tue scelte e il tuo atteggiamento. Sii sordo come il ranocchio quando ti dicono che non ce la farai a rialzarti o a realizzare il tuo sogno. Non permettere a nessuno di derubarti delle migliori speranze del tuo cuore.

    Impegnati a cambiare il punto di vista. Allenati a cercare ovunque elementi positivi, segnali, azioni ed esempi da seguire. Prendi spunto dalle cose positive che il Coronavirus ti ha donato, a partire dal tempo per riscoprire te stesso e per prepararti alla ripartenza con forza ed entusiasmo. Perché arrivare alla cima dell'albero dipende da te. (Fonte: articolo su Facebook).

      

    Se vi è piaciuta questa sezione aiutateci a farla conoscere condividendola o lasciando un "Mi Piace". Grazie.